|   |  Testi di canzoni spagnole, festival, bar e musica spagnola  |  Letras de canciones en español, festivales, bares y música española

I testi delle canzoni spagnole, i festival, i bar e la musica spagnola
  

  

Te doy mis ojos

Año 2003
Nacionalidad España
Estreno 10-10-2003
Género Drama
Duración 106 m.
T. original Te doy mis ojos
   Dirección Iciar Bollain
  Intérpretes Laia Marull (Pilar)
    Luis Tosar (Antonio)
  Candela Peña (Ana)
     Rosa María Sardá (Aurora)
     Kiti Manver (Rosa)
   Guión Iciar Bollain
      Alicia Luna
Fotografía Carles Gusi
Música Alberto Iglesias
Montaje Ángel Hernández Zoido


RECENSIONE
Pilar, una giovane donna dall’aria spaventata, in una notte d’inverno, raccoglie poche cose nel suo appartamento e fugge, ancora in ciabatte, con il figlio Juan.
Arrivata a casa della sorella, Pilar le chiede aiuto e decide di non tornare a casa da Antonio, suo marito.
Lui inizia subito a cercarla, la trova e la prega di tornare con la promessa che cambierà.
Pilar, che è ormai abituata alle promesse non mantenute del marito, sembra davvero convinta a non tornare questa volta. Riesce a trovare un lavoro che le piace: fa la guida in un museo. Antonio entra in cura con uno psicologo, sente di potersi controllare ricomincia a farle la corte, proprio come quando erano fidanzati e si regalavano reciprocamente mani, bocca, orecchie, naso, occhi. Pilar decide allora di tornare a casa.

E’ la storia di un matrimonio impossibile, il ritratto di due persone che si amano ma non possono vivere insieme. E’ difficile descrivere questo film senza togliergli qualcosa. Perché al di là della realtà delle situazioni il merito maggiore sta nell’alta intensità emotiva, nel saper raccontare con trasporto e nel misurare anche la violenza più dura.

Alla bellezza della sceneggiatura, collaborano in modo fondamentale tutti gli interpreti, perfetti fin nelle minime espressioni.

Home


Cantanti






Festivals




Film Spagnoli




Locali e discoteche